Archivio di luglio 2013

Venerdi in famiglia

sabato, 27 luglio 2013

Le cose migliori sono queste:le
improvvisate.Una telefonata prima
di pranzo di mio fratello che ci avverte che
a fine turno vengono a pranzo da noi
per dare gli auguri di Sant’Anna a mia zia.
E’stato un bel 26 luglio,una sorpresa davvero gradita,
una giornata trascorsa in compagnia di mia nipote.
Non so se ce ne saranno altre di giornate come queste,
per ora mi accontento di poco,meglio che niente.
Il pomeriggio invece ci siamo messe fuori al
balcone per aspettare la Processione di Sant’Anna
che ogni anno fanno per il quartiere.Questa è la
mia famiglia,questa è la mia vita:e tutto procede
tranquillo;non ci sono altre novità.

Compleanno in famiglia

martedì, 16 luglio 2013

E dopo la vacanza estiva
ieri mi sono goduta il compleanno di mio
fratello.La sera prima erano tornati dalla
loro vacanza siciliana e hanno avvertito
che all’uscita da lavoro venivano da noi
a pranzo.Così ho trascorso il pomeriggio
assieme alla mia nipotona che mi ha raccontato
quello che è successo durante la sua vacanza.
Sono molto serena per tutto ciò che mi sta
accadendo.Pensare che un anno fa giusto di
questi tempi c’erano dei “casotti”che sembravano
facessero presagire il peggio.A distanza di un
anno posso dire che tutto sembra rientrato e
mi sto godendo il “momento magico”.
Dalla Sicilia ho avuto dei piccoli regalini:
un braccialetto a “Rosario”della Madonna di Tindari
con i grani a forma di cuore color rosso e bianco,
e un paio di orecchini a pendolo con la pietra
ossidiana nera e rossa.Sono dei regalini che mi sono
piaciuti tantissimo e che verranno usati a tempo debito.
Spero solo che questi tipi di impegni ci saranno anche
in futuro;mi sono goduta ancora una volta la mia famiglia,.mi sono stancata molto perchè anche in quest’occasione
ho fatto movimenti diversi dal solito ma non fa niente;
non mi pesa perchè questo vuol dire che mi muovo
e continuo a fare sempre le stesse cose anche se con
difficoltà,ma le riesco a fare.

Settimana al mare con l’Unitalsi a Scalea

martedì, 9 luglio 2013

Dal 1° luglio all’8 luglio scorso scorso per il 4° anno consecutivo la sottosezione dell’Unitalsi di Napoli ha organizzato l’annuale
settimana di vacanza a Scalea ospiti dell’hotel Santa Caterina.Personalmente a me piace tanto
viaggiare e vedere posti nuovi e in passato sono
riuscita a vederne molti sia a livello di
bellezza paesaggistica sia a livello culturale.
Viaggiare significa fare esperienze sul campo,
guardarsi attorno e confrontare la tua “cultura”,
i tuoi “gesti”con quelli di altri paesi anche se
si è in Italia,perchè ogni luogo ha i suoi “riti”
che fanno parte della storia del luogo che visiti.
Scalea è in Calabria e vuol dire mare,sole e
relax allo stato puro.E anche quest’anno mi
sono regalata una settimana come questa.
Tutti ne abbiamo bisogno e io più di tutti.E anche quest’anno mi
sono regalata una settimana come questa.
Dopo Lourdes ho approfittato!Riavvolgendo il nastro della mia vita,
posso ben confermare che come viaggi non mi
sono persa nulla;tutte le occasioni che mi ci
sono presentate le ho prese al volo,non pensavo
di riuscire a fare quello che fin’ora ho fatto:ne sono
molto orgogliosa,ho bellissimi ricordi,ho fatto mille
esperienze e mi sono divertita,ho conosciuto gente
nuova stringendo delle nuove amicizie,consolidando
quelle vecchie e perdendone altre per strada(EVIDENTEMENTE QUEST’ULTIME ERANO DELLE SEMPLICI
CONOSCENZE ALTRIMENTI NON SI SAREBBERO PERSE
PER STRADA SE FOSSERO STATE VERE)La
soddisfazione sta nel fatto di aver vissuto fino ad ora
la mia vita secondo le mie esigenze e le aspettative del
momento!Eppure molte persone “sane”abili”non solo mi
“stimano”ma si “meravigliano”perchè faccio tutto quello
che ho fatto;dicono che “io insegno molto”;sinceramente
io non vedo assolutamente tutto ciò che dicono perchè
nella mia “disabilità”io cerco di vivere la vita in modo
normale con l’unica differenza che mi aiuto con degli
“ausili”.La mia differenza è quella di non dare nulla
per scontato,nulla per certo.Se devo fare una cosa non aspetto “domani”perchè oggi non ho tempo.La faccio
e basta non aspetto….forse perchè per me il tempo
è prezioso o forse perchè ho la certezza che per me
il tempo è un limite e non come i cosidetti “abili”che pensano che esso sia illimitato.Comunque ritornando
a questa settimana di mare,è andata anche questa,
l’ho vissuta pienamente e non so se avrò altre occasioni;so solo che non aspetto l’estate o qualche occasione
particolare…perchè se ho l’occasione e mi va di accettare
qualcosa io lo faccio e se non mi va basta un semplice
NO e non se ne parla più.Comunque posso dire realmente di essere contenta
di come è andata questa vacanza,sono stata serena
e felice,sono tornata a casa con molti dolori perchè
ho fatto movimenti diversi dal solito ed è normale che
debba riprendermi perchè il mio fisico non è abituato
ma la cosa più bella è che li a Scalea c’era anche il
giornalista VINCENZO MOLLICA e mi sono fatta la foto con
lui….è veramente stato molto gentile e disponibile.