Archivio di settembre 2014

^_^

martedì, 30 settembre 2014

10538610_732497026823365_7097463432311748516_n[1]

sabato, 27 settembre 2014

10382837_10152263082107721_8206000893560618980_n

martedì, 23 settembre 2014

1654250_673168452748012_1321273508_n

La morte a Piazza del Gesù(MISTERI SU NAPOLI)

lunedì, 22 settembre 2014

Categoria:Passeggiate
Scritto da:Gianluca Guarino
L’arte e gli enigmi della Chiesa.
Il genere horror,l’esoterismo e i misteri in genere suscitano sempre curiosità,anche se a volte il fine può essere meno edificante di una ricerca sugli spiriti o sui fantasmi.Infatti la cosa che ci apprestiamo a presentarvi funzionava molto ai tempi del liceo e delle medie per adescare le ragazzine.
Hai mai visto la morte a Piazza del Gesù?“Chi non sapeva non riusciva a rispondere:in effetti è un pò strana come richiesta.Il/la più scettico/a rispondeva un secco NO e la cosa finiva li.Il/la curioso/a invece rispondeva SI e veniva portato/a dagli amici nel bel mezzo della piazza.Rigorosamente di sera e funziona così: bisogna posizionarsi nella parte della piazza antistante l’entrata del GENOVESI rivolgendo le spalle alla scuola e il volto all’obelisco.Lentamente bisogna alzare lo sguardo lascindolo cadere all’altezza della statua della Madonna,in cima al monumento.Il suo velo visto da dietro si confonde misteriosamente con una forma che con la Madonna ha poco ha a che fare.L’ottica da giù a sù gioca brutti scherzi e pare di vedere un cappuccio ed una falce,in pratica la sagoma di Mephisto,l’angelo della morte comunemente conosciuto come la “morte in persona“.E non finisce qua:il/la povero/a turista ancora terrorizzato dalla macabra scoperta non può dirsi del tutto salvo,la paura lo accerchia.Infatti dovrà interpretare i segni e i simboli enigmatici di un alfabeto arcaico di cui non si conosce la provenienza e che sono incisi su ogni singolo blocco del bugnato della Chiesa del Gesù Nuovo.Qualcuno pensa ad una certa origine massonica,per altri la matrice è emplicemente religiosa,per altri ancora i simboli incisi costituiscono un testo da leggere e interpretare poichè potrebbe contenere sensazionali rivelazioni nella scia delle varie previsioni di fine del mondo che vanno da Nostradamus ai Maya.

 

 

 

Ultime novità

domenica, 14 settembre 2014

 

L’altro ieri cioè Venerdì pomeriggio del 12
mi arriva una telefonata inaspettata.Mi telefona
la mia amica suora che vive in un convento a Ostuni,
e mi dice che è in città perchè è venuta a trovare la sua famiglia.Siccome la telefono spesso al convento ha voluto contraccambiare:e voleva anche approfittare per venire assieme alla sorella a casa a trovarmi.Così ieri si presenta assieme alla sorella.E’stato un bellissimo pomeriggio ci siamo raccontate un pò di cose,trascorrendo un paio d’ore belle,mi ha fatto un enorme piacere rivederla.A presto!

Un bambino

sabato, 13 settembre 2014

Un bambino risponde “grazie” perché ha sentito che é il suo modo di replicare a una gentilezza,non perché gli insegni a dirlo.Un bambino si muove sicuro nello spazio quando è consapevole che tu non lo trattieni,ma che sei lì nel caso lui abbia bisogno di te.Un bambino quando si fa male piange molto di più se percepisce la sua parola.Un bambino è un essere pensante,pieno di dignità,di orgoglio,di desiderio,di autostima non sostituirsi a lui.Ricorda che la sua implicita richiesta è “aiutami a fare da solo“.Quando un bambino cade correndo e tu gli avevi appena detto di muoversi piano su quel terreno scivoloso,ha comunque bisogno di essere abbracciato e rassicurato:punirlo è un gesto crudele,putroppo sono molte le madri che infieriscono in quei momenti.Avrai modo più tardi di spiegargli l’importanza del darti ascolto.Soprattutto in situazioni che possono diventare pericolose.Lui capirà.Un bambino non apre un libro perchè riceve un’imposizione(quello è il modo più efficace per fargli detestare la letteraturaa)ma perché è spinto dalla curiosità di capire cosa ci sia di tanto meraviglioso nell’oggetto che voi tenete sempre in mano con quell’aria soddisfatta.Un bambino crede nelle fate se ci credi anche tu.Un bambino ha fiducia nell’amore quando cresce in un esempio di amore,anche se la coppia con cui vive non è quella dei suoi genitori.L’ipocrisia dello stare insieme per i figli alleva essere umani terrorizzati dai sentimenti.”Non sono nervosa se itu che mi rendi così“è una frase da non dire mai.Un bambino sempre attivo è nella maggior parte dei casi un bambino piena di energia che deve trovare uno sfogo,non un paziente da curare con dei farmaci;provate a portarlo il più possibile nella natura.Un bambino troppo pulito non è un bambino felice,la terra,il fango,la sabbia,le pozzanghere,gli animali,la neve sono tutti elementi con cui vuole e deve entrare in contatto.Un bambino che si veste da solo abbinando il rosso,l’azzurro e il giallo non è mal vestito me è un bambino che sceglie secondo i propri gusti.Un bambino pone sempre tante domande,ricorda che le tue parole sono importanti,meglio un “questo non lo so“se davvero non si sa rispondere;quando ti arrampichi sugli specchi lui lo capisce e ti trova anche un pà ridicola.Inutile indossare un sorriso sul volto per celare malinconia,il bambino percepisce il dolore,lo legge attraverso la sua lente sensibile nella luce velata dei tuoi occhi.Quando gli arrivano segnali contrastanti resta confuso,spaventato spiegagli perchè sei triste lui è dalla tua parte.Un bambino merita sempre la verità anche quando è difficile,vale la pena trovare il modo giusto per raccontare con delicatezza quello che accade utilizzando un liguaggio che lui possa comprendere.Quando la vita è complicata il bambino lo percepisce e ha un gran bisogno di sentirsi dire che non è colpa sua.Il bambino adora la confidenza ma vuole una madre non un’amica.Un bambino è il più potente che possiamo ricevere in dono,onoriamolo con cura.
GIORGIO GABER

.10478131_784516878248935_1529574571356091855_n

 

Il mio nuovo lavoretto a ricamo:Santa Rita ricamata.

mercoledì, 10 settembre 2014

 

Il ricamo che prende forma

10457833_10203679221893731_4027503354654663469_n

Ricamo finito

 

ricamosantarita

Lavoro completato.Santa Rita

Buon settembre a tutti

domenica, 7 settembre 2014

blog-chiuso[1]1607092_591842174218396_655580788_n

Il prezzo del cervello

sabato, 6 settembre 2014

In ospedale si trova un paziente malato.I familiari si riuniscono in sala d’attesa e alla fine entra un medico stanco e desolato:”Mi dispiace d’essere portatore di brutte notizie.” disse guardando le faccie preoccupate:”L’unica speranza per il vostro familiare è un trapianto di cervello.E’qualcosa di sperimentale e rischioso ed economicamente del tutto a vostre spese.“I familiari restano seduti,ascoltando e alla fine uno domanda:”Quanto costa un cervello?” “Dipende“risponde il medico:”5000 euro per un cervello di un uomo e 200 euro per quello di una donna.“Un lungo momento di silenzio invade la stanza,mentre gli uomini presenti cercano di non ridere ed evitano di guardare le donne negli occhi anche se qualcuno accenna a un sorriso.Infine la curiosità fa domandare ad uno di loro:”Dottore a che si deve la differenza di un prezzo?“Il medico sorridendo a una domanda così innocente risponde:”Quelli femminili costano meno perchè sono gli unici ad essere stati usati,gli altri sono ancora imballati!
INVIALA AD UNA DONNA INTELLIGENTE CHE HA BISOGNO DI UN BUON SORRISO POI ANCHE AGLI UOMINI CHE PENSI POSSANO SOPPORTARLO.Molti saluti a tutti gli uomini che hanno sorriso a metà del racconto.E baci a tutte le donne che hanno sorriso fino alla fine(http://www.vaben.it/barzellette/prezzo_cervello.html)images